CHAMPIONS LEAGUE 2023/24

Milano, 3 ottobre 2023 - II° giornata gruppo D

Inter - Benfica 1-0

Inter: Sommer, Pavard, Acerbi, Bastoni, Dumfries (73' Darmian), Barella (91' Klaassen), Calhanoglu (84' Asllani ), Mkhitaryan, Dimarco (84' Carlos Augusto), Thuram (73' Sanchez), Lautaro Martinez. A disposizione: Di Gennaro, Audero, De Vrij, Cuadrado, Bisseck, Sarr. Allenatore: Simone Inzaghi

Benfica: Trubin, Bah (22' Araujo), Otamendi, Morato, Bernat (80' Cabral), Joao Neves, Kokcu (69' Musa), Di Maria (80' Jurasek), Aursnes, Rafa Silva (69' Chiquinho), Neres. A disposizione: Soares, Kokubo, Gonçalo Guedes, Tengstedt, Joao Mario, Antunes, Florentino. Allenatore: Roger Schmidt

Rete: 62' Thuram

Arbitro: Danny Makkelie (Olanda); assistenti Steegstra e De Vries; IV° uomo Lindhout; VAR e assistente VAR Dieperink e Kajtazovic (Slovenia)

Note: spettatori 66.573 (settore ospiti chiuso); angoli 6 a 5 per l' Inter; ammonito al 67' Lautaro Martinez, 68' Barella, 70' Dumfries, 95' Asllani; recupero pt 2', st 5'

Ottimo inizio d' incontro per l' Inter che al 4' si rende pericolosa con Dumfries che mette in area di rigore avversaria un pallone rasoterra dalla destra, Mkhitaryan non arriva per un soffio all' appuntamento sul secondo palo e azione che sfuma. All' 11' traversone teso e fantastico da parte di Calhanoglu per Dumfries sul secondo palo, colpo di testa ma pallone che non inquadra lo specchio della porta da pochi passi. Al 13' Aursnes viene servito direttamente, in area di rigore, da fallo laterale alle spalle della difesa nerazzurra sorpresa, tiro forte e rasoterra sul primo palo con Sommer che è attentissimo e che devia il pallone in calcio d' angolo. Dalla bandierina batte Di Maria, tiro a rientrare e palla che colpisce la parte alta della traversa. Al 18' Dimarco traversa dalla sinistra per Thuram che viene anticipato da Otamendi, palla che s' impenna sul secondo palo dove Dumfries la colpisce male di piatto destro da ottima posizione. La partita ora è leggermente più equilibrata e solo al 43' si registra un' altra azione pericolosa; questa volta è Barella che calcia, dal limite dell' area, a giro sul secondo palo, Trubin è bravissimo e respinge la sfera in tuffo. Due minuti di recupero e primo tempo che termina a reti in bianco. Il secondo tempo inizia con un Inter molto determinata e che dopo un paio d' azioni potenzialmente pericolose sventate da un monumentale Otamendi va vicina al vantaggio, al 53', ancora con Dumfries che, ostacolato anche da Thuram, spreca di testa da ottima posizione. Passano due minuti e Barella trova Lautaro Martinez a centro area di rigore avversaria, tiro di prima intenzione da parte dell' attaccante nerazzurro e palla che centra in pieno la traversa, sulla ribattuta Thuram calcia a botta sicura di destro con il pallone che colpisce la schiena di un difensore e infine Trubin salva sulla conclusione ravvicinata di Barella. Al 56' triangolo tra Mkhitaryan e Dimarco che traversa basso dalla sinistra ed ennesimo intervento di Otamendi che toglie la palla dai piedi di Thuram pronto alla ribattuta vincente. Al 61' Thuram serve Lautaro Martinez in piena area di rigore, tiro da distanza ravvicinata e palla che prima centra il palo e poi carambola tra le mani di Trubin. Il gol dell' Inter è nell' aria e al 62' Barella serve in verticale Dumfries il quale traversa basso per l' accorrente Thuram che da pochi passi batte Trubin di destro, Inter meritatamente in vantaggio. Al 65' gol di Dimarco annullato per fuorigioco dello stesso Dimarco e al 74' Lautaro Martinez si fionda solo davanti a Trubin, lo aggira e calcia a rete, Otamendi è ancora una volta fantastico e respinge la sfera. Al 74' Lautaro Martinez si libera di Lorato e si ritrova ancora una volta davanti a Trubin il quale con una parata mostruosa gli nega il gol, palla che sulla ribattuta giunge a Sanchez che al momento del tiro vincente scivola. All' 83' Dimarco perde palla sulla sinistra, David Neves ne approfitta e serve Cabral che in piena area di rigore nerazzurra calcia fuori di destro. All' 87' Mkhitaryan inventa un assist per Lautaro Martinez, l' attaccante nerazzurro si libera dalla marcatura di Otamendi e calcia basso sul secondo palo, Trubin è ancora una volta strepitoso e nega all' Inter, per l' ennesima volta, il gol del raddoppio. Cinque minuti di recupero nei quali il Benfica cerca il gol del pareggio senza però essere veramente pericoloso e incontro che termina con la vittoria dell' Inter per una rete a zero.