CAMPIONATO 2023/24

Bergamo, 4 novembre 2023 - XI° giornata

Atalanta - Inter 1-2

Atalanta: Musso, Scalvini (62' Toloi), Djimsiti, Kolasinac (54' Pasalic), Zappacosta (54' Hateboer), De Roon, Ederson, Ruggeri, Koopmeiners (80' Muriel), Lookman (80' De Keteleare), Scamacca. A disposizione: Carnesecchi, Rossi, Holm, Bakker, Zortea, Adopo, Bonfanti, Miranchuk. Allenatore: Giampiero Gasperini

Inter: Sommer, Pavard (33' Darmian), De Vrij, Acerbi, Dumfries, Barella, Calhanoglu (85' Asllani), Mkhitaryan (70' Frattesi), Dimarco (70' Carlos Augusto), Thuram, Lautaro Martinez (85' Sanchez). A disposizione: Di Gennaro, Audero, Sensi, Klaassen, Bisseck, Agoume, Bastoni. Allenatore: Simone Inzaghi

Reti: 40' Calhanoglu (r), 57' Lautaro Martinez, 61' Scamacca

Arbitro: Simone Sozza di Seregno; assistenti Di Iorio e Bercigli; IV° uomo Giuia; addetti VAR Irrati e Maggioni

Note: spettatori 14.945; angoli 6 a 1 per l' Atalanta; ammonito al 26' De Roon, 35' Kolasinac, 39 Giampiero Gasperini, 85' Toloi, 89' Dumfries; espulso al 92' Toloi; recupero pt 4' e st 6'

Inizio d' incontro con le due squadre che si controllano e si rispettano a vicenda sotto una pioggia battente. Gioco maschio da parte degli atalantini e Inter che per ora si accontenta di controllare la gara tentando qualche sortita in avanti che però non sortisce alcun frutto. Al 21' prima azione pericolosa della partita, è Zappacosta a mettere in area di rigore interista la palla con Pavard che anticipa di testa Lookman, sfera che giunge a Ruggeri e tiro al volo di quest' ultimo con sfera che termina a lato. Al 37' lancio illuminante di Calhanoglu per Darmian che entra in area di rigore bergamasca, anticipa Musso in disperata uscita bassa e finisce a terra travolto dal portiere, per il sig. Sozza non ci sono dubbi e indica il dischetto del rigore. Veloce confronto con la sala VAR e sul dischetto si presenta Calhanoglu che non sbaglia e, con un tiro raso terra nell'angolino di sinistra, mette la sfera in rete. Inter in vantaggio. Al 41' Calhanoglu ci prova dalla distanza con Musso che vola e allontana la palla e al 45' Thuram si invola verso la porta avversaria, scarta Kolasinac ma poi, al momento della conclusione, viene chiuso da Zappacosta. Quattro minuti di recupero e fine primo tempo che termina con l' Inter in vantaggio di una rete a zero. La ripresa inizia con l' Inter intenzionata a raddoppiare e al 50' grandissima conclusione, di sinistro, da parte di Dimarco con la palla che sibila vicino al palo. Al 54' gol annullato a Lautaro Martinez per fuorigioco dello stesso attaccante nerazzurro e al 57' recupero di Mkhitaryan che apre per Lautaro Martinez il quale si accentra e con un tiro a giro mette la sfera sul secondo palo dove Musso non può proprio arrivarci, Inter che raddoppia. L' Atalanta sembra tramortita dal raddoppio subito ma al 61' Calhanoglu serve all' indietro il pallone a Dimarco il quale lo controlla ma, a causa della pressione (fallosa ?) di Lookman, lo perde a favore dell' attaccante bergamasco il quale prontamente lo passa a Scamacca che tutto solo non ha difficoltà a metterlo in rete. Atalanta che improvvisamente dimezza le distanze. Ora l' Atalanta ci crede al 73' va alla conclusione con Lookman, Sommer è pronto e respinge la sfera. All' 80' Sommer respinge la sfera con i pugni con la stessa che termina sui piedi di Scamacca, pronto tiro dell' attaccante dell' Atalanta e prontissima risposta di Sommer che agguanta la sfera. All' 83' bellissima azione dell' Inter che porta Dumfries solo davanti a Musso, tiro di sinistro da parte del difensore nerazzurro e grande parata del portiere di casa. Sono sei i minuti di recupero assegnati dal sig. Sozza e al secondo degli stessi, lancio illuminante di Asslani per Sanchez che al momento d' involarsi verso la porta avversaria viene messo a terra da Toloi, secondo giallo per il difensore e Atalanta che resta in dieci uomini. Ultimi minuti con l' Atalanta che tenta la disperata impresa di pareggiare con traversoni che però son quasi sempre preda dei difensori dell' Inter e incontro che termina con la vittoria dell' Inter per due reti ad una.