CAMPIONATO 2022/23

Empoli, 23 aprile 2023 - XXXI° giornata

Empoli - Inter 0-3

Empoli: Perisan, Ebuehi, Ismajili, Luperto (72' Tonelli), Parisi, Haas (64' Grassi), Marin, Bandinelli (72' Vignato), Baldanzi, Caputo (79' Destro), Cambiaghi (64' Satriano). A disposizione: Ujkani, Stubljar, Cacace, Henderson, Pjaca, Piccoli, Degli Innocenti, Stojanovic. Allenatore: Paolo Zanetti

Inter: Handanovic, D’Ambrosio, De Vrij, Acerbi, Bellanova (68' Dumfries), Gagliardini, Brozovic (77' Barella), Calhanoglu (86' Asllani), Gosens (77' Dimarco), Lukaku, Correa (68' Lautaro Martinez). A disposizione: Cordaz, Onana, Bastoni, Zanotti, Dzeko, Darmian, Carboni. Allenatore: Simone Inzaghi

Reti: 48' e 76' Lukaku, 88' Lautaro Martinez

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli; assistenti Rossi e Di Gioia; IV° uomo Feliciani; addetti VAR Banti e Manganiello

Note: spettatori 15.337; angoli 5 a 4 per l' Empoli; ammonito al 32' Parisi, 81' Barella; recupero pt 2' e st 4'

Inizio d' incontro con l' Inter che spinge sin dal primo minuto prima con Lukaku che cerca uno spunto sulla sinistra e poi con un colpo di testa di Acerbi con il pallone che termina in calcio d' angolo. Al 7' dopo un tentativo di De Vrij, murato, conclusione di Calhanoglu da fuori area con il pallone che termina fuori dallo specchio della porta. Al 13' lungo rinvio della retroguardia dell' Empoli e ottimo aggancio da parte di Cambiaghi che si ritrova solo davanti ad Handanovic il quale rimane in piedi e respinge di piede la conclusione ravvicinata da parte dello stesso Cambiaghi. Al 19' contropiede dell' Empoli condotto da Parisi che non trova opposizione fino alla trequarti e che poi serve Baldanzi verso il centro dell' area di rigore nerazzurra, tiro rasoterra, potente, sul primo palo con Handanovic che si distende e blocca il pallone. L' Inter controlla il pallone ma non riesce a trovare spazi e allora ci prova, da fuori area, Gagliardini con un tiro che manda la sfera, non molto alta, sulla traversa. Al 43' Corea mette Brozovic solo davanti a Perisan che però è prontissimo all' uscita e anticipa il centrocampista nerazzurro. Due minuti di recupero e primo tempo che termina a reti in bianco. Il secondo tempo inizia con l' Inter in avanti e che al 48' passa in vantaggio: Brozovic conduce palla fino all’ area di rigore avversaria e la passa a Lukaku il quale si sistema il pallone e tira ad incrociare, di destro, battendo Perisan e portando l' Inter in vantaggio. Al 53' ci prova Cambiaghi, ma il suo tiro termina largo, e al 55' Calhanoglu, con un tiro di destro dal limite, mette paura a Perisan con la palla che termina fuori non di molto. Al 56' Cambiaghi è bravissimo a stoppare un pallone e a calciare verso la porta, Handanovic è attentissimo e respinge la sfera. Passano dieci minuti e l’Inter va vicina al raddoppio con Correa che scambia con Calhanoglu e calcia a rete, Perisan è bravissimo e respinge la sfera in calcio d' angolo. Sugli sviluppi del calcio d’angolo successivo, De Vrij colpisce di testa, e pallone che si stampa sulla traversa. Al 76' Lukaku si libera sulla sinistra della trequarti e riceve palla da Calhanoglu, sfida Ismajli nell’ uno contro uno e appena giunto in area di rigore lascia partire un gran tiro di sinistro che manda la sfera alle spalle di Perisan per il raddoppio nerazzurro. Al 88' l’ Inter triplica: Lukaku serve il pallone a Lautaro Martinez che, con una conclusione che manda il pallone all’ angolo, batte Perisan per la terza volta. Quattro minuti di recupero e incontro che termina con la vittoria dell' Inter per tre reti a zero.